Pd San Severo: “Vittoria Sì cambierà Italia”

L’esito del dibattito organizzato dal Pd di San Severo

“Rendere più semplice, moderna e governabile l’Italia”. Così la segreteria del Pd di San Severo ha sintetizzato la sua posizione al prossimo referendum costituzionale nel corso del dibattito “4 dicembre per la Riforma Costituzionale, Vota Sì”, introdotto da Gigi Presutto e Stefano Montedoro con la partecipazione del Sottosegretario di Stato, Ivan Scalfarotto del segretario Leonardo La Pietra e dei dirigenti del Pd e di Dino Marino, presidente del “Comitato per il SÌ”.

“La riforma costituzionale è, in ideale prosecuzione con la Carta di sessantotto anni fa, un modo per unire l’Italia, per rendere meno complicata e indecifrabile la struttura delle sue istituzioni, meno affollato e pletorico il suo processo legislativo, più efficiente ed efficace il suo funzionamento. Un disegno che è collegato ad un progetto riformatore ampio, che mi pare finora non abbia spaccato un bel nulla”, ha spiegato Scalfarotto.

“La riforma costituzionale non riduce la democrazia, come affermano i sostenitori del “no”, rende solo più moderna, governabile ed efficiente l’Italia. È un percorso di respiro strategico che ci ha visti dall’inizio convinti sostenitori. Si tratta di provvedimenti che “agganciano” l’Italia all’Europa. La parte sui diritti della nostra Carta, la più moderna al mondo, non sarà in alcun modo toccata. Ma la riforma finalmente emenda il “pasticciaccio brutto” fatto sulla seconda parte negli anni del governo Berlusconi”, ha proseguito Marino.

“Questa iniziativa è nel solco di un percorso che il Pd ha attivato da mesi a sostegno delle azioni virtuose messe in campo dal governo per riformare la seconda parte del Paese. Siamo certi che la vittoria del “Sì” darà all’Italia la spinta propulsiva per ripartire”, hanno concluso Presutto e Montedoro.